Il Panathlon International persegue l'affermazione dell'ideale sportivo e dei suoi valori morali, quale mezzo di solidarietà tra gli uomini ed i popoli.
A tal fine promuove l'amiciza tra i Soci e tra quanti operano nella vita sportiva; stimola la conoscenza, lo studio e la divulgazione dei problemi sportivi; adotta ed affianca ogni iniziativa al servizio dello Sport spronandone la realizzazione nelle opportune sedi.
Si astiene comunque dalle attività proprie delle Federazioni Sportive.

 Consiglio Direttivo in carica biennio 2006-2007

Pietro Pallini

Presidente

Mauro De Angelis

Past President (redattore notiziario)

Mario Giangiuli

Vice Presidente

Franco Napoletti

Segretario

Supino Cercarelli

Tesoriere

Zefferino Mancini

Consigliere (addetto stampa)

Paolo Francescangeli

Consigliere

Leandro Ottavi

Consigliere

Umberto Petti

Consigliere


Collegio Amministrativo/Contabile

Collegio Arbitrale

Commissione per il Fair Play

 Soci Fondatori

Breve storia degli inizi del nostro Club

La nostra storia inizia il 14 gennaio del 1963 prendendo le mosse da un suggerimento dell'on. prof. Achille Cruciani, già socio del Club di Perugia e convinto assertore dell'idea, raccolsero l'invito il prof. Ivan Boncompagni, il cav. Alvaro Garzuglia, il cav. uff. Rodolfo Latini, il sig. Aristide Proietti, il comm. Teodoro Pallotta e il sig. Sergio Torelli. La sera di quel 14 gennaio si riunirono presso gli uffici della SAUM (Società Autolinee Umbro Marchigiane), della quale Torelli era Vice Presidente, ognuno in rappresentanza di una disciplina sportiva: Boncompagni per l'atletica leggera, Garzuglia per l'alpinismo, Latini per il ciclismo, Proietti per il calcio, Pallotta per l'equitazione e Torelli per l'automobilismo.
Questa prima riunione servì alla stesura dello Statuto del Club ed alla approvazione dell'apertura ad un altro ristretto gruppo di nominativi di prestigio nel campo dello sport ternano. Vennero scelti altri sette "uomini di sport": il geom. Waro Ascenzioni per la scherma, l'avv. Carlo Amati per lo sci, il dott. prof. Aldo Marino Colacci per l'alpinismo, il dott. Lanfranco Fontana per la motonautica, il dott. Salvatore Pandolfini per gli arbitri di calcio, il cav. Annibale Ranieri per il pugilato e il sig. Nello Troiani per i cronometristi.
La prima riunione conviviale fu indetta per il 27 febbraio, presso quella che doveva risultare, per molti anni, la sede degli appuntamenti mensili, il ristorante "Tre Colonne" dello sportivissimo "Cannara" Pietro Valongo.
Quella sera, presenti a nome del Club di Perugia il Conte avv. Gianfranco Servanzi e il già nominato on. Cruciani, fu approvato lo statuto e fu effettuata la prima votazione della storia del Club, quella relativa alla elezione del primo Consiglio Direttivo, che risultò così composto: presidente Torelli, vice presidente Colacci, segretario-tesoriere Garzuglia, consiglieri Latini, Pandolfini e Proietti.
Era stata così ufficializzata la nascita di un altro Panathlon Club in Italia portante il nr. 81. Una piccola struttura che iniziava la propria attività con soli 13 soci, in rappresentanza di 12 categorie.
 

Presidenti dalla Fondazione ad oggi

TORELLI Sergio

1963-1966

LATINI Rodolfo

1966-1979

CRUCIANI Elso

1979-1986

CIOMMEI Dino

1986-1992

BENVENUTI Lamberto

1992-1995

PROIETTI Aristide

1995-1999

DE ANGELIS Mauro 2000-2003
PALLINI Pietro (in carica)

2004



Club del VI° Distretto

Governatori del VI° Distretto



| Home page |
| Chi siamo | | Appuntamenti | | Cose fatte | | Cronologia |
| Eventi | | Utilità | | Federazioni | | Pubblicazioni | | Novità | | Link |